Attestazione di rinnovo periodico di conformità antincendio

L’art. 5 del D.P.R. 1 agosto 2011, n.151 introduce e disciplina l’istituto dell’Attestazione di Rinnovo Periodico della Conformità Antincendio che ha sostituito la Richiesta di Rinnovo del Certificato di Prevenzione Incendi precedentemente in uso.


Anche se la normativa continua a parlare di “richiesta di rinnovo periodico”, il DPR 151 ha notevolmente modificato la situazione richiedendo al titolare dell’attività di assumersi in modo autonomo, dopo le opportune verifiche e nel rispetto degli obblighi gestionali esistenti, la responsabilità di dichiarare che non sono variate le condizioni di sicurezza antincendio rispetto al momento del rilascio dell’autorizzazione antincendio.


L’avere sostituito il termine “richiesta” con “attestazione” di rinnovo chiarisce la volontà del Legislatore di investire i titolari delle attività, insieme ai loro professionisti per la prevenzione incendi, di una nuova responsabilità: quella di dichiarare, o meglio, di “asseverare” l’adeguatezza di tutte le misure antincendio presenti presso l’immobile.



L’Art. 5 DM 7 agosto 2012 “Attestazione di rinnovo periodico di conformità antincendio” precisa, infatti, che il titolare deve rilasciare una dichiarazione di assenza di variazione delle condizioni di sicurezza antincendio rispetto a quanto segnalato, nonché di corretto adempimento degli obblighi gestionali e di manutenzione connessi con l'esercizio dell'attività previsti dalla normativa vigente.


Alla dichiarazione il titolare deve allegare un'asseverazione, a firma di professionista antincendio, attestante che, per gli impianti finalizzati alla protezione attiva antincendi, con esclusione delle attrezzature mobili di estinzione, sono garantiti i requisiti di efficienza e funzionalità. La stessa asseverazione deve riferirsi anche ai prodotti e ai sistemi per la protezione di parti o elementi portanti delle opere di costruzione, ove installati, finalizzati ad assicurare la caratteristica di resistenza al fuoco;


La verifica di tutte le misure antincendio presenti che deve essere eseguita, quindi, da un professionista antincendio  comprende, oltre alla verifica degli impianti già prevista nella precedente normativa, anche la verifica di tutti i fattori che concorrono a determinare la sicurezza antincendio dell’attività, ivi inclusi, ad esempio, i sistemi di protezione al fuoco passiva, le vie di fuga, la segnaletica di sicurezza, le strutture di compartimentazione,  i sistemi di aerazione etc..

Al momento della firma dell’attestazione di rinnovo, Il titolare dell’attività deve quindi essere in possesso di una documentazione completa relativamente alle condizioni di sicurezza antincendio presenti. Il titolare dell’attività deve conservare un importante documento che si aggiunge al fascicolo tecnico, presente al momento dell’inizio  dell’attività e, precisamente, il registro dei controlli in cui sono annotate tutte le operazioni di controllo periodico e manutenzioni eseguite.


Nel caso di divergenze il Titolare dell’attività ha l’obbligo di realizzare gli adeguamenti necessari o comunque di attuare opportune azioni che rendano la situazione ”accettabile" dal punto di vista della sicurezza antincendio e conforme con quanto attestato.


L’art 20 del D.Lgs. 139/2006 “Sanzioni penali e sospensione dell'attività” prevede pesanti sanzioni per chi non è in regola.

Per tale motivo il nostro servizio sarà articolato in modo molto più ampio di quanto previsto dalla normativa cogente, oltre alle asseverazioni e responsabilità di nostra competenza daremo un valido supporto all titolare dell’attività anche per la sua sottoscrizione dell’attestazione di rinnovo periodico.

 

Abbiamo implementato, inoltre, un servizio di assistenza che prevede un affiancamento ai nostri clienti durante il normale esercizio dell’attività al fine di predisporre tutta la documentazione che deve essere presente presso l’attività e necessaria sia al rispetto della normativa sia  ai rinnovi, tenendo sotto controllo ed archiviando, anche presso i nostri server, la documentazione autorizzativa, il progetto antincendio, il fascicolo tecnico etc. in cui sono descritte tutte le misure antincendio attuate, le manutenzioni ed i controlli di legge.

 

Abbiamo predisposto anche un servizio di “alert” per avvertire i nostri clienti, con sufficiente anticipo, dello scadere del C.P.I. al fine di potere attivare tutti i controlli del caso in tempo utile per l’Attestazione Periodica della Conformità Antincendio.